L’OGP Team ha partecipato all’OGP Summit di Tbilisi del 19 e 20 luglio con una propria delegazione che ha preso parte anche ai lavori dello Steering Committee del 17 e 18 luglio. Il Summit si è svolto in 2 giorni con un’agenda densa di molteplici eventi e con la partecipazione di tutti gli attori coinvolti, da quelli governativi a quelli della società civile. Nel corso della cerimonia di apertura sono stati presentati nuovi membri della partnership OGP: Ecuador, Kyrgyzstan, Marocco, Portogallo e Senegal e i nuovi Governi locali ammessi al programma subnazionale.

Il tema centrale dell’apertura, nelle parole tra gli altri del CEO di OGP, Sanjay Pradhan, è stato quello della necessità di promuovere una governance aperta, inclusiva e democratica, intervenendo laddove emergano limitazioni per lo spazio civico; i membri della partnership dovrebbero muoversi affinché OGP diventi una forza positiva per i processi di apertura e maggiore democrazia.

Nel corso del Summit è stata presentata in due panel l’esperienza italiana di valorizzazione del confronto con la società civile attraverso l’organizzazione della Settimana dell’amministrazione aperta nel 2017 e 2018.

La riunione del Comitato direttivo OGP ha portato all’adozione di una risoluzione (il testo finale ancora non è disponibile) volta a rilanciare l’impegno difronte alle costrizioni poste a livello globale sullo spazio civico e a promuovere i processi di apertura col riferimento più ampio di open state, coinvolgendo, quindi, anche i settori parlamentare e della giustizia.

Tra le indicazioni che sono emerse rispetto alle aree di attenzione per i nuovi Piani d’azione nazionali, le più significative sono riferite alle misure per favorire la partecipazione, alla trasparenza attraverso i registri dei titolari effettivi, alle misure sui contratti pubblici (open contracting) e alla qualità dei servizi pubblici.

Nel corso del Summit il rappresentante italiano, in qualità di Presidente del Criteria and Standards Subcommittee di OGP, ha incontrato il Ministro per la pubblica amministrazione del Montenegro, Suzana Pribilović, per una verifica dello stato dell’arte della partecipazione del Paese in OGP, attualmente in stato di inattività, in vista della sua riammissione piena entro la fine del 2018, una volta realizzate le attività per la stesura del Piano d’azione nazionale atteso dal 2014.

 

Tblisi

Tblisi