Cruscotto Gare Consip

Consultazione chiusa

Questa Azione è stata sottoposta a consultazione pubblica dal 16 luglio 2016 al 31 agosto 2016. Tutti i contributi inviati dagli utenti sono visualizzabili in fondo alla pagina.

9.
Cruscotto Gare Consip

 

Descrizione breve

Presentare il numero e il valore delle procedure di gara bandite e aggiudicate da Consip e permettere di tracciarne lo stato dei lavori delle Commissioni di gara (dall’apertura dei lavori all’aggiudicazione della gara stessa)

 

Obiettivo generale

Rendere disponibili a tutti gli stakeholder di riferimento (PA, imprese e cittadini) informazioni chiare e aggiornate sullo stato di avanzamento delle procedure di gara in corso gestite da Consip in un’ottica di accountability e di trasparenza rispetto alle attività condotte dall’azienda.

 

Amministrazione responsabile Altre PA coinvolte Altri soggetti coinvolti Periodo di attuazione
Consip SpA 2016 – 2017
Azione Nuova Azione già in corso

 

Situazione attuale

Il progetto “Cruscotto Gare Consip” rientra in un contesto più ampio di innovazione dell’intero sito Consip, finalizzato al raggiungimento di maggiore trasparenza, coinvolgimento del cittadino e della società civile, userfriendliness e allineamento alle recenti disposizioni normative, tra le quali:

  • il decreto legislativo 33/2013 – Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni Strutturazione della sezione “Società trasparente” (così come previsto dall’allegato A al D.lgs. 33/2013 e dalle linee guida Anac/Mef)
  • la legge 190/2012 su anticorruzione e trasparenza

Con questo indirizzo, la home page del sito – in aggiunta ad altri contenuti di interesse, quali un link diretto al portale Open Data del Programma di razionalizzazione – riserva particolare evidenza al Cruscotto Gare, che fornisce un’immagine immediata dello stato dell’arte di tutte le iniziative di gara condotte da Consip, attraverso due contatori distinti, sul numero e sul valore delle “iniziative bandite” e delle “iniziative aggiudicate”.

La variazione cromatica del contatore, evidenzia se trattasi di gare per forniture, servizi, o lavori (bandite o aggiudicate). Cliccando sulla fascia cromatica si accede all’elenco completo delle iniziative di pertinenza.

Immediatamente sotto i contatori delle gare bandite o aggiudicate, appare un’altra fascia di contatori che indica il numero di procedure in corso, distinguendo il criterio di aggiudicazione al prezzo più basso dall’offerta economicamente più vantaggiosa.
Trattasi difatti di una finestra chiara e trasparente sullo stato complessivo dei lavori delle commissioni di gara, attraverso l’indicazione dell’apertura o meno delle relative buste.

Approfondendo la navigazione sarà possibile per ciascuna procedura in corso, e per ciascun lotto ove presente, evincere lo stato di apertura delle buste e quindi lo stato di avanzamento dei lavori della commissione di gara dedicata.

 

Risultati attesi

Fornire alla società civile informazioni – ad oggi non disponibili – rispetto allo stato dei lavori di una procedura di gara.

Fornire alle stazioni appaltanti informazioni utili alla pianificazione dei propri acquisti.

Favorire la percezione della funzione di pubblica utilità della Consip e della sua identità digitale, migliorando la user-experience e la facilità di accesso alle informazioni.

 

IMPEGNI SPECIFICI E TIMELINE

 

1. Attivazione on line dei Cruscotti. Novembre 2016
Impegno nuovo Impegno già in corso

 

2. Manutenzione evolutiva ed aggiornamento in relazione ai feedback pervenuti dagli utenti. Novembre 2017
Impegno nuovo Impegno già in corso

Vuoi saperne di più su questa Azione? Leggi il post di presentazione.

5 Commenti

  1. Pierluigi Cara

    Introdurre anche la possibilità di effettuare il download di Open Data di qualità (con particolare riferimento alla frequenza di aggiornamento, alle ontologie ed alla documentazione secondo DCAT-AP-IT di AgID per l’interoperabilità con il portale nazionale dati.gov.it).

    Rispondi
  2. marco bava

    ottimo ma non deve essere truccato. chi controlla ?

    Rispondi
  3. Luciano Boschetti

    Integrerei nel cruscotto una interfaccia programmatica aperta (REST API, SPARQL endpoints) per interrogare i dati ed eventualmente accedere ad ulteriori informazioni di dettaglio sulle gare e sul loro stato d’avanzamento. In questo modo si potrà ad es. favorire l’integrazione di queste informazioni con i dati di imprese ed altre amministrazioni.

    Rispondi
  4. Francesco Addante

    Qualcosa del genere esiste già con il “Portale Trasparenza” attualmente in funzione presso il sito dell’ANAC. Ecco qui una prova di funzionamento >>> http://www.francescoaddante.eu/anticorruzione/port_trasparenza_funzionamento.html . In linea con quanto previsto dall’art. 29 (Principi in materia di trasparenza) del neo codice degli Appalti (http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:2016;50~art29!vig=), a mio avviso, il Cruscotto Consip, in riferimento alle “procedure per l’affidamento di appalti pubblici di servizi, forniture, lavori e opere, di concorsi pubblici di progettazione, di concorsi di idee e di concessioni” dovrebbe riportare anche tutta una serie di altre informazioni come “le esclusioni dalla procedura di affidamento e le ammissioni all’esito delle valutazioni dei requisiti soggettivi, economico-finanziari e tecnico-professionali” o la “composizione della commissione giudicatrice e i curricula dei suoi componenti”, tutte informazioni che le P.A. sono obbligate, dal 19 Aprile scorso, a pubblicare e ad aggiornare sul proprio profilo del committente, nella sezione “Amministrazione trasparente” “nei successivi due giorni dalla data di adozione dei relativi atti” e che potrebbero essere indirizzate e concentrate in unico spazio globale per gli affidamenti di tutte le P.A. in modo da consentire analisi comparative.

    Rispondi
  5. Francesco Addante

    Alla luce di prossimi adempimenti attuativi del neo codice degli Appalti (Art. 37: Aggregazioni e centralizzazione delle committenze) che hanno l’intento di ridurre il numero delle attuali Stazioni appaltanti qualificando quelle migliori, la centralizzazione degli acquisti tramite gli strumenti telematici di negoziazione messi a disposizione dalle centrali di committenza o dei soggetti aggregatori qualificati, come appunto CONSIP, costituirà, nell’immediato futuro, uno dei pochi strumenti che una P.A. sarà obbligata ad utilizzare per indire una gara di appalto (almeno per i lavori di importo fino eur 150.000 e i servizi di importo fino a eur 40.000). Motivo importante quindi per realizzare un cruscotto che accentri le informazioni relative alle gare bandite non solo da CONSIP ma anche dalle Centrali di committenza e dai Soggetti aggregatori qualificati (tra cui le Unioni di comuni costituite e qualificate e le Stazioni uniche appaltanti presso gli enti di area vasta). Infatti, solo così si potranno raccogliere le informazioni di tutte le gare bandita sul territorio nazionale.

    Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *