Azione 18 – Sostegno e tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblowers)

Azione 18. Sostegno e tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblowers)
Nome dell’Amministrazione: ANAC
Periodo di attuazione: 2016 -2018
Ultimo aggiornamento: 20/06/2018
Referente: Nicoletta Parisi
DESCRIZIONE
Descrizione: Definire prassi e procedure che raccolgano le segnalazioni di dipendenti pubblici su condotte illecite di varia natura e realizzare una applicazione software basata su web per la gestione delle segnalazioni di condotte illecite che assicuri la tutela della riservatezza del segnalante ai sensi dell’art. 54bis del d.lgs. n.165/2001.
Obiettivo generale: Assicurare efficacia alle policy istituzionali di accompagnamento e orientamento per coloro che agiscono in difesa del pubblico interesse durante l’attività lavorativa all’interno di un’organizzazione pubblica (whistleblower).
Perché l’azione è rilevante per i temi OGP?
  • Partecipazione
  • Accountability
  • Anticorruzione
Livello di completamento
  • Obiettivi raggiunti: 1/4
  • Obiettivi da raggiungere: 3/4
OBIETTIVI SPECIFICI
 Obiettivo n.1 Realizzazione piattaforma per segnalazioni

Il sistema dell’Anac per la segnalazione di condotte illecite è indirizzato al whistleblower, inteso come dipendente pubblico che intende segnalare illeciti di interesse generale e non di interesse individuale, di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, in base a quanto previsto dall’art. 54 bis del d.lgs. n. 165/2001 così come modificato dalla legge 30 novembre 2017, n. 179.

L’attività di vigilanza anticorruzione dell’Autorità si svolge ai sensi e nei limiti di quanto previsto dalla legge n. 190/2012, in un’ottica di prevenzione e non di repressione di singoli illeciti.

Pubblicazione e piena operatività sul sito istituzionale ANAC della piattaforma per la segnalazione degli illeciti.

Scadenza: GIU 2017 Non iniziato Non Completato Completato
Obiettivo n.2 Azioni di accompagnamento e di orientamento

In data 13 settembre 2017 il Presidente dell’ANAC è intervenuto a sostegno dell’iniziativa di raccolta firme, promossa dalle organizzazioni Riparte il Futuro e Transparency International Italia, finalizzata a chiedere al Parlamento di accelerare i tempi per l’approvazione della legge a tutela del whistleblower.

Scadenza: APR 2018 Non iniziato Non Completato Completato
Obiettivo n.3 Cooperazione con le associazioni civiche

In data 12.10.2017 il presidente dell’Anac, autore della prefazione del libro, è intervenuto al Senato in occasione della presentazione del libro “Il disobbediente” di Andrea Franzoso, che prende spunto da una vicenda personale dell’autore e tocca il tema del ruolo dei whistleblower e della necessità di una legge a loro tutela, in discussione al Senato nella seconda metà di ottobre.

Scadenza:APR 2018 Non iniziato Non Completato Completato
Obiettivo n.4 Iniziative di sensibilizzazione alla cultura del whistleblowing

Il consigliere dell’Anac, prof.ssa Parisi, ha proseguito le attività di formazione in relazione alla nuova legge sul whistleblowing, sia nei confronti dei giovani avvocati, presso la Cassazione, sia nei confronti dei dirigenti, presso la SNA.

L’ufficio di prossima istituzione nell’Anac, dedicato alla gestione delle segnalazioni WB, si occuperà di scrivere le linee guida per l’applicazione della nuova legge.

Scadenza: APR 2018 Non iniziato Non Completato Completato

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *