3. Raccomandazioni IRM – 4. Attuazione degli impegni del Piano Nazionale d’Azione

Questa sezione fa parte del Rapporto di metà mandato sul 3° Piano d’Azione ed è stata sottoposta a consultazione pubblica dal 5 settembre 2017 al 19 settembre 2017

3. Raccomandazioni IRM

Nei due precedenti cicli del Piano di azione (2012 – 2014 e 2014 – 2016) i rapporti dell’Independent Reporting Mechanism dell’OGP evidenziavano come le azioni sulla partecipazione fossero in realtà concepite come “esterne” al metodo con cui il Piano stesso veniva creato e poi realizzato. Tale approccio è stato uno dei principali motivi degli scarsi progressi compiuti fino ad allora dal nostro Paese, soprattutto considerando le esplicite richieste formulate dai rappresentanti della società civile.

Nel terzo ciclo dell’Open Government Partnership, la partecipazione della società civile raccolta in un Forum multistakeholder, come sollecitato dall’IRM, è stata un elemento fondamentale tanto che la ricchezza, sia per numero che per contenuti, di questo 3° Piano d’azione deve molto agli stimoli e ai contributi sopraggiunti grazie a questo lavoro condiviso. Pur nei limiti di una tabella di marcia piuttosto serrata, 54 rappresentati della società civile si sono confrontati inizialmente con le amministrazioni aderenti definendo le priorità e le esigenze dei cittadini sui temi della trasparenza, della partecipazione e dell’innovazione.

Questa ricchezza e questo slancio, rinnovato anche grazie al sostegno politico che c’è stato dietro al lavoro di stesura del Piano, non poteva essere disperso ma doveva essere messo a sistema.

 


 

4. Attuazione degli impegni del Piano Nazionale d’Azione

Al momento della definizione del 3° Piano d’azione le Pubbliche Amministrazioni hanno stabilito una scadenza per ognuno degli obiettivi specifici che compongono le singole azioni delle quali sono responsabili.Le Pubbliche Amministrazioni sono state libere di scegliere le scadenze in base alla loro programmazione interna ma hanno giugno 2018 come termine ultimo per il raggiungimento degli obiettivi, ovvero quando inizierà il 4° ciclo di azione con la realizzazione di un nuovo Piano.

Finora tre Azioni sono già state completate:

  • Azione 6 – Firenze Open data
  • Azione 25 – Monitora la Buona Scuola
  • Azione 28 – Milano Trasparente: Agenda pubblica degli incontri dei pubblici decisori

Gli obiettivi che compongono le restanti 33 Azioni si trovano in diversi stadi di completamento: a 10 mesi dall’inizio dell’attuazione del Piano il 35% degli obiettivi è stato già raggiunto. Per gli obiettivi non ancora raggiunti, invece, nel 43% dei casi sono già iniziate le relative attività mentre per il 21% l’attuazione deve ancora essere avviata.

Tra gli obiettivi ancora da raggiungere (82 su 127) il 60% non ha ancora superato la scadenza prefissata (dunque è da considerarsi in tempo) mentre il 40% è in ritardo rispetto alla tempistica prevista per la sua realizzazione.