A. Elenco servizi digitali da pubblicare nel biennio 2019-2021

A. Elenco servizi digitali da pubblicare nel biennio 2019-2021

Il IV Piano prevede l’attivazione di una serie di servizi digitali. In questo caso la scadenza prevista è quella del temine del biennio (giugno 2021). Di seguito si riporta l’elenco dei servizi. Per ognuno è stata creata una box di monitoraggio specifica in cui trovare l’aggiornamento dello stato di attuazione.

Incentivazione servizi digitali – Roma Capitale

Attuando il Piano Triennale per l’ICT di Roma Capitale si realizzeranno più iniziative finalizzate ad abilitare e semplificare il rapporto con cittadini e imprese. In particolare, relativamente alle piattaforme abilitanti:

  • saranno realizzati gli sviluppi relativi alle piattaforme nazionali ANPR, PagoPA, SPID, per una sempre maggiore integrazione dei servizi digitali dell’Ente;
  • saranno realizzate o reingegnerizzate le soluzioni applicative di Roma Capitale che forniscono servizi comuni a vari sottosistemi, quali, ad esempio, i sistemi di gestione delle risorse (ERP) o il sistema di Gestione Elettronica Documentale (GED), privilegiando l’approccio FLOSS.

Relativamente agli Strumenti e i sistemi per la generazione di servizi digitali:

  • saranno sviluppate applicazioni o realizzate evoluzioni ai servizi verso i cittadini (come il Sistema Unico di Segnalazione) e verso le imprese (come il SUAP), omogeneizzandoli agli standard di accessibilità e usabilità definiti con il Portale Istituzionale di Roma Capitale, fino alla realizzazione della Casa Digitale del Cittadino, nell’ambito di una strategia di interazione multicanale.

CONSIP mobile – CONSIP

Disponibilità di una App – fruibile da qualsiasi dispositivo mobile e con qualsiasi tecnologia – per interagire in tempo reale con cittadini, imprese e amministrazioni sul sistema CONSIP: bandi di gara, cruscotto dati, notizie e comunicati.

Incentivazione servizi digitali – Regione Puglia

Con la firma dell’Accordo quadro con AgID, la Regione Puglia diventa Soggetto Aggregatore Territoriale per il Digitale (SATD). Tale ruolo si rende necessario tenuto conto del fatto che l’innovazione digitale ha necessariamente bisogno di un supporto culturale prima che economico, operativo e tecnologico, diretto ai soggetti destinatari, in primo luogo le strutture regionali e la Pubblica Amministrazione Locale (PAL) diffusa su tutto l’ambito territoriale regionale.

AZIONI

  • Supporto agli EE.LL. per l’adozione del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) per l’accesso ai servizi digitali offerti dai propri portali web. Diffusione tra la popolazione dell’utilizzo di SPID, l’identificativo unico per l’accesso ai servizi digitali di tutta la PA, nazionale e locale.
  • Realizzazione di un approccio evolutivo del sistema regionale di servizi digitali della PA sul web, attraverso la realizzazione di un catalogo strutturato dei servizi, dinamicamente interrogato dalle interfacce di presentazione dei servizi all’utenza (APP) e accessibile attraverso un’unica porta federata munita di un unico sistema di gestione documentale a supporto dei procedimenti amministrativi e con accesso tramite un’unica Identità Digitale (SPID) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

Progetto pilota per ottimizzare i processi di traduzione in più lingue dei siti web istituzionali – PCM – DPE

La sperimentazione consiste nell’individuare soluzioni tecniche e redazionali per integrare lo strumento di traduzione automatica “e-Translation” (fornito dalla Commissione europea) nel Sistema di Gestione dei Contenuti (CMS) di un sito web. Il sito-pilota sarà quello del Dipartimento per le politiche europee.

Digitalizzazione dei Servizi Consolari – MAECI

Il progetto prevede l’ampliamento delle funzionalità di un portale di erogazione di servizi consolari (“FAST IT”), che intende dare la possibilità al cittadino che risiede all’estero di ottenere una serie di informazioni e di servizi, senza necessità di recarsi presso lo sportello consolare di competenza. Nello specifico, sul portale il cittadino avrà la possibilità di comunicare al suo ufficio consolare competente l’avvenuto trasferimento di residenza all’estero ed eventuali aggiornamenti anagrafici che dovessero rendersi necessari una volta iscritto nello schedario consolare. Tramite il portale il cittadino potrà ricavare utili informazioni sull’ufficio consolare competente, e prenotare un appuntamento presso lo sportello. Inoltre, il cittadino potrà richiedere telematicamente una serie di servizi aggiuntivi. Il Portale prevede l’accesso del cittadino tramite credenziali SPID. Il cittadino potrà inoltre disporre sullo stesso portale di aggiornamenti puntuali sullo stato di lavorazione della relativa pratica.

Sistema integrato di interazione con i giovani – PCM – DGSCN

Ideare e realizzare un sistema di comunicazione integrato e di interazione (piattaforma social, App, sito dedicato) con i giovani per favorire la partecipazione al servizio civile universale, attraverso un sistema digitale semplice, economico e trasparente.

Creazione di un codice identificativo unico europeo (ESSN) – INPS

Progetto per la creazione di un codice identificativo unico europeo (ESSN) che consenta l’identificazione univoca dei cittadini che si spostano tra paesi UE, evitando fenomeni di frode fiscale o doppia identità ed elevando i sistemi di sicurezza del sistema di welfare europeo. La tecnologia blockchain è stata individuata quale strumento per agevolare l’introduzione dell’ESSN, e superare vincoli e limiti oggi presenti anche a livello normativo dei singoli Stati, in quanto rappresenta la risposta più concreta alle tematiche di interoperabilità, sicurezza, trasparenza, sovranità e privacy.

CreditoNet 2.0 – MEF

La Direzione dei Sistemi Informativi e dell’Innovazione del MEF-DAG eroga, attraverso il sistema NoiPA, servizi di gestione del personale pubblico ad oltre 2 milioni di amministrati. In particolare, Creditonet è il servizio di NoiPA che consente di erogare e gestire le trattenute sui cedolini per i prestiti effettuati dai dipendenti della PA.
Con il progetto CreditoNet 2.0 la DSII mira, attraverso l’utilizzo della tecnologia blockchain DLT (Distributed Ledger Technology), a massimizzare il valore e l’efficacia dei servizi offerti dal MEF e rafforzare la cooperazione con gli Enti Finanziari, semplificando e dando certezza a tutti gli attori coinvolti nel processo (Istituti finanziari, dipendenti, DSII) della correttezza e della immodificabilità di tutte le transazioni effettuate.

App Concorsi Forze Armate – Ministero della difesa

Realizzazione dell’App “Concorsi Forze Armate”, applicativo per dispositivi mobile e tablet che consenta di disporre di una sintesi informativa delle possibilità lavorative che le Forze Armate/Arma dei Carabinieri offrono ai cittadini italiani.

Notarizzazione dei titoli di studio – AGID, DGSINFS – MIUR, CIMEA

Il MIUR, grazie alla collaborazione con AGID e al supporto del Centro di informazione sulla mobilità e sulle equivalenze accademiche (CIMEA) – stabilito in base alla Convenzione di Lisbona sul riconoscimento dei titoli accademici – ha posto in essere differenti azioni in tema di valutazione e riconoscimento delle qualifiche in possesso di rifugiati in assenza documentale, in linea con la normativa italiana. Il CIMEA, tramite il servizio «diplome», sta sviluppando un «portafoglio» per ogni possessore di titoli dove sarà possibile caricare le proprie qualifiche utilizzando la tecnologia blockchain, realizzando un sistema di gestione dei titoli di studio decentralizzato, trasparente, certificato e immutabile, con lo scopo di rendere molto più facile per uno studente, un laureato o un professionista l’immatricolazione in una università estera ed accedere al mercato del lavoro di un altro Paese.

Utilizzo di nuove tecnologie per la semplificazione degli adempimenti per le imprese – Agenzia delle dogane e dei monopoli

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, sempre attenta all’utilizzo di nuove tecnologie per la semplificazione degli adempimenti per le imprese, ha utilizzato le potenzialità offerte dalla tecnologia blockchain sviluppando un prototipo – non ancora operativo – di blockchain applicata alla tracciabilità dei prodotti alcolici. Relativamente allo sviluppo di servizi digitali, l’Agenzia prevede di ampliarne l’offerta nel rispetto dei principi “once only” e “full digital”. In particolare:

  • sviluppare nuove applicazioni con tecnologia blockchain per la tracciabilità dei prodotti e delle merci per ampliare la partecipazione dei cittadini e delle imprese a sistemi IoT di nuova generazione;
  • aumentare la capacità di riuso delle informazioni già in possesso di altre PA per semplificare gli adempimenti a carico delle imprese;
  • digitalizzare le operazioni di pagamento attraverso l’utilizzo di un “portale dei pagamenti” collegato alla piattaforma PagoPa.