Azione 4: “Portale Open Data”

Questa sezione fa parte del Rapporto finale sull’attuazione del 2° piano d’azione italiano per l’open government in consultazione dal 27 Ottobre 2016 al 10 Novembre 2016
Istruzioni per la consultazione

Per commentare l’intera azione, basta utilizzare il box “Invia commento” in fondo alla pagina. È possibile anche lasciare un commento su un passaggio specifico seguendo questi passaggi:

  1. Passare il cursore sul punto che si intende commentare finché sulla destra non appare il simbolo.
  2. Premendo il simbolo si aprirà un box per il testo.
  3. Scrivere il commento e riempire i campi “Nome” ed “Email” (richiesto solo se non si è già utenti del sito). Premere “Commento all’articolo” per confermare.

Il Piano Crescita Digitale definisce gli Open Data “piattaforma abilitante” per lo sviluppo dell’innovazione e la trasparenza amministrativa.

Tra le attività contenute nel secondo piano d’azione nazionale dell’Open Government Partnership, vi è il potenziamento del Portale Nazionale degli Open Data: dati.gov.it, che dal 2011 ospita il catalogo degli Open Data pubblicati da Ministeri, Regioni ed Enti Locali .

Questa azione si è resa necessaria, in particolare, per avviare un percorso volto a fornire metadati di più alta qualità rispetto a quelli già presenti (e.g., eliminazione di tutti i metadati relativi a dataset con licenze non aperte), nell’ottica più ampia di facilitare il riutilizzo dei dati aperti.,

AgID è l’ente responsabile per questa linea d’azione e con l’aggiornamento del Portale ha cercato da un lato di dare maggiore impulso alle politiche di sviluppo dei dati aperti e dall’altro di dare attuazione ad alcune specifiche dispoisizioni contenute nella norma di recepimento della nuova Direttiva Europea PSI 2.0 (d.lgs 18 maggio 2015, n. 102) relativamente all’utilizzo del portale nazionale per la ricerca dei dati in formato aperto .
Al fine di raggiungere questi obiettivi AgID ha configurato, all’interno del portale, una nuova classificazione dei dataset secondo quanto definite in ambito Europeo e ha sottoposto il portale ad una profonda revisione dell’architettura interna.

In particolare, al fine di porre l’attenzione su aspetti di qualità dei dati e metadati, l’Agenzia ha deciso di:

  • Assicurare un’uniformità dei contenuti del catalogo, che include ora solo metadati che descrivono i dati aperti disponibili presso le pubbliche amministrazioni;
  • Pubblicare sul nuovo portale solo metadati di dati disponibili in formati riconosciuti come aperti e con associate licenze aperte compatibili con la definizione di open data (i.e., pubblico dominio, attribuzione, attribuzione e condivisione allo stesso modo).

All’interno del Portale sono state inserite sezioni dedicate a specifici argomenti di rilievo, anche a supporto dei professionisti del settore.
In particolare, sono stati inseriti i seguenti primi “focus:”

  • Geo Dati che consente di filtrare tutti i metadati presenti nel portale relativi a dati geografici delle pubbliche amministrazioni;
  • Occupazione e lavoro che consente di filtrare tutti i metadati relativi a dataset sulle dinamiche e le evoluzione del mondo del lavoro;
  • Data For All: cornice narrativa, anche per non addetti ai lavori, che racchiude tutti i metadati realtivi ai dataset aperti dei tre portali tematici ItaliaSicura, Soldipubblici e OpenExpo.

Ciò rende Dati.gov.it la cornice di una più ampia strategia volta a favorire attività di promozione della cultura del dato, della trasparenza e l’accountability nella pubblica amministrazione, stimolando la diffusione e il riutilizzo dei dati aperti.

Principali risultati ottenuti:
Migliore fruizione, per tutte le categorie di utenti, dei dati relative ai dataset aperti;
Nuove possibilità per la condivisione, l’implementazione e il riutilizzo del patrimonio informativo;
Interazione con gli utenti finalizzata al miglioramento del servizio.

Attività connesse:

Al fine di valorizzare il patrimonio informativo pubblico, a partire dalle esigenze dei cittadini, professionisti e imprese, AgID ha lanciato agli inizi del 2015, una consultazione pubblica sulle tipologie di dati da rendere disponibili secondo i principi dell’Open Data.

L’Agenzia, inoltre, svolge un ruolo attivo anche nell’organizzazione di eventi e contest per il riutilizzo di dati. Ad esempio, AgID è stato partner del contest ”The big hackathon of Maker Faire”, che si è tenuto il 10 ottobre 2015 a Roma. L’iniziativa ha visto trattati i temi della Mobilità, degli Open Data e Sicurezza sul lavoro e ha visto la partecipazione di sviluppatori, ingegneri, designer, startupper e studenti. In occasione di questo hackaton AgID ha lavorato con Ie diverse squadre, premiando una soluzione che utilizzava dataset relativi al cibo.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *