Azione 5: “Follow the money (SoldiPubblici)”

Questa sezione fa parte del Rapporto finale sull’attuazione del 2° piano d’azione italiano per l’open government in consultazione dal 27 Ottobre 2016 al 10 Novembre 2016
Istruzioni per la consultazione

Per commentare l’intera azione, basta utilizzare il box “Invia commento” in fondo alla pagina. È possibile anche lasciare un commento su un passaggio specifico seguendo questi passaggi:

  1. Passare il cursore sul punto che si intende commentare finché sulla destra non appare il simbolo.
  2. Premendo il simbolo si aprirà un box per il testo.
  3. Scrivere il commento e riempire i campi “Nome” ed “Email” (richiesto solo se non si è già utenti del sito). Premere “Commento all’articolo” per confermare.

Al fine di monitorare e analizzare le informazioni finanziarie provenienti dagli enti pubblici, tra i quali bilanci, spese e appalti pubblici, AgID ha sviluppato e rilasciato tre portali tematici (SoldiPubblici, ItaliaSicura e OpenExpo) che contengono materiale in modalità open data e open content reso disponibile con licenza aperta.

Con lo sviluppo della piattaforma SoldiPubblici si è reso possibile consultare e raffrontare i dati (aggiornati mensilmente) della spesa pubblica di tutte le amministrazioni locali e centrali. Soldipubblici.gov.it è stato ideato per promuovere e migliorare l’accesso e la comprensione dei cittadini sui dati della spesa della Pubblica Amministrazione, in un’ottica di maggiore trasparenza e partecipazione alla cosa pubblica. Grazie a questa piattaforma i cittadini possono interrogare le spese delle amministrazioni sulla base della banca dati SIOPE. SoldiPubblici, difatti, si basa su un motore di ricerca semantico che è in grado di associare ente a voce di pagamento, sulla base delle codifica gestionale di SIOPE.

Grazie a questo portale si offre al cittadino un sistema trasparente, fornendogli la possibilità di comprendere meglio la spesa pubblica. Anche le Pubbliche Amministrazioni ne beneficiano, ottenendo risultati sulla razionalizzazione della spesa e avendo la possibilità di confrontare la propria spesa con quella di altre amministrazioni.

Nel Novembre 2015 SoldiPubblici ha visto un miglioramento dell’interfaccia di navigazione e di ricerca, con l’utilizzo di strumenti interattivi semplici e chiari. Sono stati inseriti nuovi dati (adesso si coprono tutte le amministrazioni locali e centrali) e corretti i problemi della prima versione rilasciata (mancanza di alcune amministrazioni). SoldiPubblici è stato inserito inoltre nel “Star reforms in OGP”, il documento dedicato alle 12 buone prassi di riferimento nate nell’ambito dell’Open Government Partnership (OGP). Per favorire la trasparenza e la partecipazione dei cittadini, AgID ha sviluppato altri due portali tematici: ItaliaSicura che è un sistema di monitoraggio degli interventi del Governo per il contrasto al rischio idrogeologico che fornisce un quadro delle aree per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale. Il portale dà accesso agli Open Data su emergenze (ad esempio frane e alluvioni) e sui relativi lavori effettuati da parte del Governo.

L’altro portale è OpenExpo che raccoglie i dati sulla gestione, progettazione e organizzazione e svolgimento di Expo 2015, a supporto della correttezza e trasparenza delle procedure connesse alla realizzazione dell’evento. Il modello utilizzato oltre a catturare l’attenzione del pubblico sugli Open Data si è rivelato particolarmente interessante a causa della sua potenziale riutilizzabilità per altri grandi eventi.
In questo contesto, è stato, inoltre, ideato #Data4all, contenitore dei tre portali tematici (SoldiPubblici, ItaliaSicura e OpenExpo), che è stato candidato dall’Italia agli OGP awards del 2015. #Data4all viene definito un frame narrativo utilizzato per la comunicazione esterna rivolta a cittadini, addetti ai lavori e amministrazioni.

Tra i risultati ottenuti dalla ideazione e lancio di Soldi Pubblici e degli altri due portali tematici si evidenziano le seguenti:

  • Aumento della consapevolezza sulla spesa pubblica da parte dei cittadini (Soldi Pubblici ha avuto più di un milione e mezzo di richieste nei suoi primi 30 giorni);
  • Creazione di un modello replicabile per una migliore condivisione dei dati pubblici;
  • Crescita dell’ interesse nell’ecosistema Open Data;
  • Attuazione di nuovi strumenti per combattere la corruzione;
  • Incremento negli accessi alle informazioni pubbliche.

Panoramica delle statistiche del sito SoldiPubblici

Da novembre 2015 a luglio 2016 il portale ha registrato 39.118 accessi, 29.850 accessi unici e 82.909 visualizzazioni di pagina, con una media di 4,436 accessi mensili. Fra i principali siti referenti, Governo.it, agid.gov.it e funzionepubblica.gov.it. Provenienza geografica degli utenti (Italia, in ordine decrescente rispetto agli accessi): Roma, Milano, Torino, Napoli, Bologna, Firenze, Bari, Palermo, Catania. Il 75% degli utenti ha consultato il portale da desktop, il 17% da cellulare e l’8% da tablet.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *