Le azioni del Governo italiano e la partecipazione in OGP

Questa sezione fa parte del Rapporto finale sull’attuazione del 2° piano d’azione italiano per l’open government in consultazione dal 27 Ottobre 2016 al 10 Novembre 2016
Istruzioni per la consultazione

Per commentare l’intera azione, basta utilizzare il box “Invia commento” in fondo alla pagina. È possibile anche lasciare un commento su un passaggio specifico seguendo questi passaggi:

  1. Passare il cursore sul punto che si intende commentare finché sulla destra non appare il simbolo.
  2. Premendo il simbolo si aprirà un box per il testo.
  3. Scrivere il commento e riempire i campi “Nome” ed “Email” (richiesto solo se non si è già utenti del sito). Premere “Commento all’articolo” per confermare.

Il Governo italiano, dal suo insediamento nel febbraio del 2014, si è caratterizzato per una forte azione riformatrice e ha intrapreso numerose azioni di riforma strutturale nei diversi settori quali quello dell’istruzione, giustizia, del mercato del lavoro e della digitalizzazione. Tra queste, il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione ha promosso un percorso di riforma amministrativa che punta a rendere la pubblica amministrazione più efficace ed efficiente, in grado di sostenere cittadini ed imprese, pur in un quadro di contenimento della spesa pubblica

Nel giugno 2016, si è chiusa l’attuazione del 2° Piano OGP ed è iniziato il processo di stesura del 3° Piano d’azione OGP. Questo è stato avviato da un incontro del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione con le associazioni della società civile italiana principalmente impegnate sui temi dell’apertura delle amministrazioni, riunite nel primo Open Government Forum proprio quando il Governo era in procinto di chiudere la fase di definizione del più vasto processo di modernizzazione amministrativa iniziato con l’approvazione nell’agosto del 2015 della legge delega sulla Riforma della PA.

Proprio per questo, il 3° Piano d’azione italiano, dal 20 settembre pubblicato sul sito www.open.gov.it si presenta come un documento ambizioso e ricco, completo sotto il profilo dei settori coperti e articolato in 34 azioni. La spinta propulsiva e concreta che non è stato possibile avere nella fase di concezione e attuazione del 2° Piano OGP è invece ora presente; l’impegno del Dipartimento della funzione pubblica e delle PA coinvolte ha necessariamente risentito, nel corso dell’attuazione del 2° Piano OGP del lungo e profondo percorso di cambiamento che la riforma amministrativa del Governo italiano ha comportato.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *