Dopo la pubblicazione della versione definitiva del terzo Piano d’azione dell’Italia (2016-2018) per l’Open Government Partnership e del Report finale del percorso di partecipazione e consultazione, ha preso il via la fase di attuazione e monitoraggio.

Una delle novità dell’action plan è rappresentata proprio dal coinvolgimento della società civile nell’attuazione e nel monitoraggio degli impegni delle singole amministrazioni.

Questa collaborazione è possibile attraverso l’impegno e il lavoro congiunto all’interno dell’ Open Government Forum. Per la buona riuscita di tale fase, dal 17 ottobre hanno preso il via i lavori dei gruppi tematici (Trasparenza & Open Data, Partecipazione & Accountability, Innovazione – Cittadinanza digitale & Competenze Digitali).

Negli incontri ai tavoli, che si terranno con cadenza bimestrale ed un calendario già definito, si possono ottenere da parte delle amministrazioni competenti l’ illustrazione delle concrete modalità attuative dei singoli impegni e fornire feedback e contributi da parte dei partecipanti. Tra i temi che verranno discussi vi sono l’attuazione del Foia, l’agenda nazionale open data, la crescita della pubblicazione e dell’uso dei dati pubblici, la collaborazione tra start up e pubbliche amministrazioni, il ruolo dei giovani come avanguardia nei processi di innovazione e la pubblicazione delle agende di politici ed amministratori.

I progressi nell’attuazione, inoltre, saranno monitorabili da tutti attraverso l’attivazione della sezione “Monitora” del sito.

A completamento di questo ciclo di incontri, il 21 novembre 2016, è prevista una riunione della plenaria dell’Open Government Forum  per preparare la partecipazione italiana al summit OGP in programma a Parigi. La riunione, cui prenderà parte il Ministro Madia, rappresenterà anche l’occasione per un confronto sull’andamento della prima fase di attuazione dell’action plan.

In questo terzo ciclo dell’Open Government Partnership, l’impegno e il lavoro condiviso da parte di cittadini e associazioni che hanno offerto il proprio contributo, ha rappresentato un elemento fondamentale nella stesura del terzo Piano d’azione.

L’apertura e il mantenimento del Forum per tutta la durata del piano d’azione non rappresenta solo uno degli impegni della Strategia sulla partecipazione, ma il metodo con il quale lavorare per la piena attuazione di tutti gli impegni assunti.