I rapporti del 4° Piano d’azione nazionale per l’open government

 

I rapporti di valutazione dell’Indipendent Report Mechanism (IRM)

Il Meccanismo Indipendente di Valutazione (IRM) è lo strumento principale indipendente attraverso il quale tutte le parti interessate possono monitorare i progressi dell’OGP nei paesi partecipanti. L’IRM produce rapporti sulla progettazione e rapporti sulla attuazione dei piani di azione per ogni paese che partecipa a OGP. Questi rapporti valutano i governi sullo sviluppo e sull’attuazione dei piani d’azione OGP, sui progressi compiuti nell’adempimento dei principi dell’open government e formulano raccomandazioni tecniche per miglioramenti. Hanno lo scopo di stimolare il dialogo e promuovere la responsabilità tra i governi membri e i cittadini. La progettazione ed il controllo di qualità di tali relazioni sono effettuati da un gruppo di esperti in trasparenza, partecipazione, responsabilità e metodi di ricerca sociale. Oltre a pubblicare report, l’IRM rilascia anche tutti i suoi dati in formato open data.

Rapporto sulla progettazione del Piano d’azione 2019-2021

Il documento analizza il processo di co-creazione (ideazione e progettazione) del 4° Piano d’Azione e il livello di pertinenza e di impatto potenziale degli impegni in esso contenuti rispetto ai valori OGP.

Come previsto dalle regole OGP la bozza del rapporto è stata sottoposta a consultazione pubblica dal 22 ottobre al 5 novembre 2020.

Dall’introduzione:

L’elevato turnover politico e la sfiducia nelle istituzioni pubbliche rimangono un problema sistemico in Italia. Il piano d’azione propone alcune azioni ambiziose e rilevanti per il contesto nazionale, tra cui l’istituzione di un registro dei titolari effettivi e la regolamentazione dei portatori di interessi. Le misure per rafforzare la partecipazione civica rappresentano una nuova area d’intervento, mentre aree tematiche come i dati aperti, la cultura del Governo Aperto, la trasparenza, i servizi e le competenze digitali sono riprese dal precedente piano d’azione.

Ci sono state più opportunità di partecipazione per la società civile alla co-creazione del piano d’azione rispetto al ciclo precedente, anche se il livello di influenza pubblica è rimasto invariato. Tuttavia, il cambio di governo a metà del processo di sviluppo del piano ne ha ritardato l’adozione. Il processo di co-creazione potrebbe essere rafforzato attraverso un maggiore coordinamento tra il governo e la società civile e una più regolare interazione con i rappresentanti dell’Open Government Forum….

Qui riportiamo le 5 raccomandazione finali contenute nel rapporto dell’IRM:

  1. Rafforzare il livello di collaborazione aumentando la partecipazione attiva dell’Open Government Forum al processo per la selezione e la stesura delle azioni.
  2. Co-creare un numero minore di azioni, ma più ambiziose, mirate e coerenti.
  3. Istituire una rete di responsabili per i dati aperti all’interno delle amministrazioni pubbliche.
  4. Assicurarsi che tutte le amministrazioni pubbliche adottino il regolamento per i portatori di interessi.
  5. Sviluppare e implementare un sistema di monitoraggio per garantire un’assegnazione e un utilizzo trasparente dei fondi legati alle misure economiche in risposta al COVID-19.

Di seguito il testo completo.

Rapporto IRM

 

Leggi (↗) (IT - .pdf)

IRM Report

 

Read (↗) (EN - .pdf)