Open Government Forum

opengov-forum

Per garantire un confronto ampio e partecipato sui temi del “governo aperto”, il 6 giugno 2016 è stato istituito ufficialmente l’Open Government Forum che riunisce rappresentanti della società civile, del mondo universitario, delle imprese e delle associazioni di tutela dei consumatori. 

ELENCO COMPLETO delle organizzazioni che aderiscono all'Open Government Forum

  1. Accademia Italiana del Codice di Internet
  2. ActionAid International Italia Onlus
  3. Agenda Digitale Giustizia
  4. Agorà Digitale
  5. Antigone Onlus
  6. Articolo 21
  7. Associazione Bancaria Italiana (ABI)
  8. Associazione Comunicazione Pubblica e Istituzionale
  9. Associazione dei Docenti e Ricercatori di Sistemi Informativi ‐ Itais
  10. Associazione Giovani Imprenditori Agricoli – Agia
  11. Associazione Industria Italiana del Software Libero
  12. Associazione Italiana per la Partecipazione Pubblica (Aip2)
  13. Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione Digitale (Anorc)
  14. Associazione Volontariato “D 4 Divergent”
  15. Assoutenti
  16. Cantieri Animati
  17. Carteinregola
  18. Cesda S.R.L.
  19. Circolo Dei Giuristi Telematici
  20. Citemolca
  21. Cittadinanzattiva
  22. Cittadini Reattivi Associazione Promozione Sociale
  23. Cna –Confederazione Nazionale Artigianato
  24. Co.N.O.S.C.I. Onlus -Coordinamento Nazionale Operatori Per La Salute Nelle Carceri Italiane
  25. Codici ‐ Centro Per I Diritti Del Cittadino
  26. Coldiretti
  27. Comitato Tre Ottobre ‐ Accoglienza Onlus
  28. Comma 22 Onlus ‐ Associazione Per I Diritti Dei Cittadini
  29. Comunicare La Ricerca
  30. Confagricoltura
  31. Confartigianato Imprese
  32. Confcommercio Imprese per l’Italia
  33. Confconsumatori
  34. Confederazione Italiana Agricoltori‐ CIA
  35. Confesercenti
  36. Confindustria
  37. Datareporter
  38. Diritto di Sapere
  39. Ecosistema Camerale
  40. Fabbrica del Cittadino
  41. Federazione Relazioni Pubbliche Italiana (Ferpi)
  42. Fondazione Bruno Kessler
  43. Fondazione Per La Cittadinanza Attiva (Fondaca)
  44. Fondazionetica
  45. Future Is Now
  46. Futuro Digitale
  47. Gap
  48. Global Shapers
  49. Gruppo Facebook Trasparenza Siti Web Pa
  50. Impactscool
  51. Impresa Sociale Formever Lab Società Cooperativa Sociale
  52. Informatici Senza Frontiere Onlus
  53. International Web Association
  54. Isaca Roma
  55. Istituto Italiano Open Data
  56. Istituto Per La Ricerca Sociale
  57. Italia Startup
  58. Italiacamp
  59. LabGov
  60. Labsus ‐ Laboratorio Per La Sussidiarietà
  61. Lega Nazionale Delle Cooperative E Mutue (Legacoop)
  62. Leva Digitale
  63. Libera
  64. Libreitalia
  65. Mediacivici
  66. Movimento Roosevelt
  67. NextPa
  68. Nomisma Spa
  69. Nuovo Modello Di Sviluppo
  70. Ondata/Mappina
  71. Open Genova
  72. Opencalabria
  73. Opendata Puglia
  74. Openpolis
  75. Pa Social ‐ Associazione Italiana Per La Nuova Comunicazione
  76. Pa Social – Coordinamento Piemonte E Valle D’aosta
  77. Parliament Watch Italia
  78. Partecivile
  79. Politecnico Di Milano
  80. Politecnico Di Torino – Centro Nexa Su Internet E Società (Dauin)
  81. Polygonal
  82. Prioritalia
  83. Reggio Calabria Servizi Informativi ‐ Re.Ca.S.I. Spa
  84. Rena
  85. Rete Per La Tutela Della Valle Del Sacco
  86. Riparte Il Futuro
  87. Spaghetti Open Data
  88. Spidiamo
  89. Stati Generali Dell’innovazione
  90. Tecnologie Democratiche
  91. Transparency International Italia
  92. Università Degli Studi Di Salerno ‐ Dip. Scienze Politiche ‐ Laboratorio “Diritto Di Accesso Civico”
  93. Università Di Bologna ‐ Cirsfid
  94. Università Di Napoli Federico Ii
  95. Università Di Salerno – Dipartimento Di Informatica,
  96. Università Luiss – “Guido Carli ” Cattedra Di “Teoria E Tecniche Del Lobbying” –
  97. Università Luiss – Centre For Media And Democratic Innovation‐
  98. Università Sapienza Di Roma
  99. Vallesi Vision Per Il Territorio (Ass. Cult.)
  100. Volsca Ambiente E Servizi Spa
  101. Wikimedia Italia
  102. Wikitalia
  103. Wordlift

Si tratta di una novità introdotta dal terzo ciclo italiano di OGP e come tale è stata formalizzata all’interno del terzo Piano di azione. L’Allegato alla bozza del Piano d’Azione propone, infatti, regole sull’organizzazione e il funzionamento del Forum.

In generale, i lavori del Forum sono improntati ai seguenti principi:

  1. periodicità degli incontri: una plenaria sarà indetta almeno ogni sei mesi e i gruppi di lavoro si riuniranno almeno ogni due mesi secondo un calendario definito con almeno 15 giorni di anticipo rispetto agli incontri;
  2. chiarezza degli ordini del giorno: per ciascuna riunione saranno indicati i temi oggetto di discussione e la metodologia di lavoro eventualmente utilizzata;
  3. pubblicità dei lavori: tutti gli esiti della consultazione del forum saranno pubblicati;
  4. massima inclusione: le organizzazioni della società civile interessate a contribuire e a partecipare ai lavori potranno richiedere di aderire al Forum compilando questo form.
Tutti i contributi prodotti dai membri dell’Open Government Forum nel corso della consultazione sul terzo action plan sono disponibili qui
AGGIORNAMENTO: Durante la Plenaria del 28 Novembre 2016, alcuni rappresentanti dell’Open Government Forum hanno richiesto di aggiungere alla documentazione sul Terzo Piano Nazionale una dichiarazione condivisa. Tale documento è stato inoltrato alla Support Unit di OGP e all’Indipendent Report Mechanism.
 I rappresentanti della società civile (organizzazioni, associazioni e centri di ricerca) che vogliono richiedere di partecipare all’Open Government Forum possono farlo compilando questo modulo online