Il 15 luglio 2021 ha avuto luogo il webinar Giurisprudenza amministrativa e FOIA: gli orientamenti del primo semestre del 2021 promosso dal Centro di competenza FOIA del Dipartimento della Funzione Pubblica (DFP) con il supporto tecnico-operativo di Formez PA, nell’ambito del progetto Open Gov – Supporto alle politiche di Open Government.

 

Il webinar è stato organizzato per fornire un aggiornamento sugli orientamenti giurisprudenziali in materia di accesso civico generalizzato che sono emersi negli ultimi mesi e sui quali è possibile rimanere aggiornati anche attraverso la sezione Giurisprudenza dell’Osservatorio, progettata come un motore di ricerca avanzato utile per consultare le sentenze suddivise per tribunale (TAR, Consiglio di Stato, Corte di giustizia UE), per anno e, ancora più nello specifico, per ambito, regione, sezione e numero.

 

Sono intervenuti Sauro Angeletti, DG Ufficio per l’innovazione amministrativa, lo sviluppo delle competenze e la comunicazione del Dipartimento della Funzione Pubblica e Mario Savino, professore ordinario di diritto amministrativo presso l’Università della Tuscia e coordinatore dell’area giuridica del progetto Centro di competenza FOIA, che si è soffermato sui temi trattati dalla giurisprudenza amministrativa recente, in materia di FOIA.

 

La trasparenza, uno dei principi chiave delle politiche di Open Government, si è ormai affermata come diritto fondamentale in molti paesi: in Italia, il D.Lgs. 97/2016 ha istituzionalizzato il Freedom of Information Act – FOIA, riconoscendo l’accesso alle informazioni pubbliche a prescindere da un interesse soggettivo (a differenza dell’accesso documentale della L. 241/90) e aprendo, di fatto, alla trasparenza totale. Ciò rappresenta un processo di democratizzazione dell’azione pubblica che funge da leva per la costruzione e il rafforzamento della fiducia, promuove l’accountability, migliora i processi operativi e decisionali delle amministrazioni e consente l’apertura delle informazioni, laddove il diritto di informazione rimane precondizione essenziale per una partecipazione consapevole e informata alle decisioni pubbliche.