Durante la plenaria del Forum Multistakeholder del 12 ottobre, aperta da Sauro Angeletti (Dipartimento della Funzione Pubblica) alla presenza di Aiden Eyakuze in visita in Italia in qualità di futuro co-chair del Comitato di presidenza dell’iniziativa OGP a fianco dell’Italia, in rappresentanza della società civile, si è conclusa l’ultima fase del Premio OpenGov Champion 2021 che ha visto protagoniste le Organizzazioni della Società Civile (OSC). In linea con l’agenda internazionale di OGP, obiettivo dell’edizione era quello di valorizzare le iniziative realizzate, anche in risposta alla crisi pandemica, con la finalità di dare nuovo impulso ai principi del governo aperto nell’attuale fase di ricostruzione, ripartenza e rinnovamento in corso a livello mondiale.

Le quattro iniziative che hanno scelto di partecipare al Premio  sono:

 

Alla presentazione delle iniziative e dei loro risultati, in modalità elevator pitch, è seguita una fase di votazione in diretta on line da parte dei partecipanti alla plenaria, che hanno espresso la loro preferenza per l’iniziativa che “meglio ha saputo interpretare e attuare i principi del governo aperto”. È stata eletta Champion per aver contribuito a diffondere la cultura dell’open government l’iniziativa  #datibenecomune. L’iniziativa è stata promossa in modo corale da 235 organizzazioni e 53.255 firmatari con l’obiettivo di chiedere al Governo dati aperti e machine readable sulla gestione dell’emergenza Covid-19.

Le altre iniziative candidate hanno ricevuto tutte una Menzione speciale per l’impegno profuso a sostegno dei principi dell’open government, tutte agendo in un contesto difficile come quello determinatosi a causa  della pandemia.

Questa edizione del premio ha evidenziato l’importanza della collaborazione tra organizzazioni della società civile, che hanno saputo interpretare e promuovere le richieste dei cittadini emerse sui temi percepiti come più rilevanti in Italia nella fase critica apertasi con la pandemia da Covid 19.